Logo Comune
Comune di
Malvagna
Città Metropolitana di Messina

Disponibilità fornitura buoni spesa – Avviso e dichiarazione online

AVVISO AI COMMERCIANTI ED ALLE ATTIVITA’ PER LA FORNITURA DI GENERI ALIMENTARI O PRODOTTI DI PRIMA NECESSITA’

IL SINDACO

VISTA l’Ordinanza della Protezione Civile nazionale n. 658 del 29 marzo 2020, con la quale, tra l’altro, sono assegnati ai Comuni italiani fondi  per l’acquisizione di buoni spesa perl’acquisto di generi alimentari o prodotti di prima necessità da destinare alle famiglie che a causa dell’emergenza Covid – 19 versano in gravi difficoltà economiche.

RILEVATO che i Comuni con la succitata Ordinanza sono autorizzati all’acquisizione, in deroga al decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50, di buoni spesa utilizzabili per l’acquisto di generi alimentari presso gli esercizi commerciali contenuti in appositi elenchi che ciascun Comune deve pubblicare sul proprio sito istituzionale.

AVVISA

I gestori delle attività che vendono generi alimentari e/o prodotti di prima necessità, di comunicare la propria disponibilità alla fornitura di “buoni spesa” che il Comune di Malvagna elargirà alle famiglie in difficoltà economiche a seguito dell’emergenza Covid-19, per l’acquisto di generi alimentari e/o prodotti di prima necessità. La disponibilità dovrà essere comunicata entro le ore 12,00 di venerdì 03 aprile 2020, utilizzando il seguente modulo:

  • Formato data:GG slash MM slash AAAA
  • consapevole delle sanzioni penali richiamate dall'art. 76 del D.P.R. 445/2000 in caso di dichiarazioni mendaci e della decadenza dei benefici eventualmente conseguenti al provvedimento emanato sulla base di dichiarazioni non veritiere di cui all'art. 75 del D.P.R. 445/2000, ai sensi e per gli effetti dell’art. 47 del D.P.R. 445/2000, sotto la propria responsabilità, per l'accesso all’elenco delle attività commerciali che possono accettare pagamenti tramite voucher emessi dal Comune di Malvagna alle condizioni previste nell’avviso di cui questo allegato è parte integrante e dello schema di convenzione tra comune ed esercente
  • 1. di aver preso visione in tutte le sue parti dell’avviso “Manifestazione di interesse” Accesso all’elenco delle attività commerciali che possono accettare pagamenti tramite voucher emessi dal comune di malvagna e di accettarne interamente le condizioni. 2. di essere regolarmente iscritta nel Registro delle Imprese 3. di non trovarsi in stato di fallimento, di liquidazione coatta, di concordato preventivo; 4. che non è pendente procedimento per l'applicazione di una delle misure di prevenzione di cui all'articolo 3 della legge 27 dicembre 1956, n. 1423 o di una delle cause ostative previste dall’articolo 10 della legge 31 maggio 1965, n. 575; 5. che non è stata pronunciata sentenza di condanna passata in giudicato, o emesso decreto penale di condanna divenuto irrevocabile, oppure sentenza di applicazione della pena su richiesta, ai sensi dell'articolo 444 del codice di procedura penale, per reati gravi in danno dello Stato o della Comunità che incidono sulla moralità professionale; 6. di non avere ricevuto alcuna condanna, con sentenza passata in giudicato, per uno o più reati di partecipazione a un’organizzazione criminale, corruzione, frode, riciclaggio, quali definiti dagli atti comunitari citati all’articolo 45, paragrafo 1, direttiva 2004/18/CE; 7. di non avere violato il divieto di intestazione fiduciaria posto all'articolo 17 della legge 19 marzo 1990, n. 55; (l’esclusione ha durata di un anno decorrente dall’accertamento definitivo della violazione e va comunque disposta se la violazione non è stata rimossa) 8. di non avere commesso gravi infrazioni debitamente accertate alle norme in materia di sicurezza e a ogni altro obbligo derivante dai rapporti di lavoro, 9. che nei propri confronti non è stata applicata la sanzione interdittiva di cui all’ articolo 9, comma 2, lettera c), del decreto legislativo dell’8 giugno 2001 n. 231 o altra sanzione che comporta il divieto di contrarre con la pubblica amministrazione compresi i provvedimenti interdittivi di cui all'articolo 36-bis, comma 1, del decreto-legge 4 luglio 2006, n. 223, convertito, con modificazioni, dalla legge 4 agosto 2006, n. 248 (100); 10. che nei propri confronti non sussistono le cause di divieto, di decadenza o di sospensione di cui all’articolo 67 del decreto legislativo 6 settembre 2011, n. 159(«Codice delle leggi antimafia e delle misure di prevenzione, nonché nuove disposizioni in materia di documentazione antimafia, a norma degli articoli 1 e 2 della legge 13 agosto 2010, n. 136»), da ultimo modificato e integrato dal decreto legislativo 15 novembre 2012, n. 218 («Disposizioni integrative e correttive al decreto legislativo 6 settembre 2011, n. 159, recante codice delle leggi antimafia e delle misure di prevenzione, nonché nuove disposizioni in materia di documentazione antimafia, a norma degli articoli 1 e 2, della legge 13 agosto 2010,n. 136»); 11. che non sussiste alcun altro elemento preclusivo, secondo la normativa vigente, alla contrattazione con la Pubblica Amministrazione; 12. di non aver riportato condanne penali; ovvero di aver riportato le seguenti condanne penali, ivi comprese quelle per le quali ha beneficiato della non menzione 13. di assumersi tutti gli obblighi in materia di tracciabilità dei flussi finanziari di cui all’articolo 3 della legge 13 agosto 2010, n. 136 («Piano straordinario contro le mafie, nonché delega al Governo in materia di normativa antimafia»), e successive modifiche ed integrazioni; 14. di essere a conoscenza delle prescrizioni, dei requisiti di ammissibilità e dei motivi di esclusione voluti dalla legge e di impegnarsi a fornire tutta la documentazione che verrà richiesta a riprova del possesso dei requisiti necessari per stipulare contratti per affidamento diretta da parte di Pubbliche Amministrazioni;di osservare le norme comunitarie, nazionali e regionali in materia di lavoro,tutela della privacy e sicurezza sul lavoro; di non trovarsi in alcuna delle condizioni ostative di cui all’articolo 38 del decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163 (Codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture in attuazione delle direttive 2004/17/CE e 2004/18/CE), e successive modificazioni, e non è sottoposta alle sanzioni di interdizione della capacità a contrattare con la pubblica amministrazione, né all’interruzione dell’attività, anche temporanea, ai sensi degli articoli 14 e 16 del decreto legislativo 8 giugno 2001, n. 231; 15. di autorizzare il trattamento dei dati personali ai sensi dell’art. 13 Dlgs 196 del 30 giugno 2003 e dell’art. 13 GDPR (Regolamento UE 2016/679)
  • di essere ammesso all’elenco delle attività commerciali che possono accettare pagamenti tramite voucher emessi dal Comune di Malvagna alle condizioni previste nel relativo avviso e nello schema di convenzione qui allegato.
  • http://comune.malvagna.me.it/schema-di-convenzione-dematerializzazione-buoni-spesa/
  • Autorizzo il trattamento dei miei dati personali ai sensi dell’art. 13 Dlgs 196 del 30 giugno 2003 e dell’art. 13 GDPR (Regolamento UE 2016/679) dopo aver letto l'informativa al link allegato
  • http://comune.malvagna.me.it/informativa-privacy/
  • Formato data:GG slash MM slash AAAA

Top